Speciale verifiche periodiche degli impianti - ENERGY3POINT.IT

Vai ai contenuti

Menu principale:

Speciale verifiche periodiche degli impianti

News & Norme

"registro dei controlli manutentivi"


Il datore di lavoro deve provvedere a controllare peridicamente lo stato do conservazione e di efficenza, ai fini della sicurezza, degli impianti elettrici e di protezione dai fulmini. l'esito dei controlli deve essere verbalizzato a cura del datore di lavoro e tenuto a disposizione dell'autorità di vigilanza preposta. Tali obblighi discendono dall'art. 86 del testo unico sulla sicurezza sul lavoro (DLgs 81/08) come descritto in seguito:
art. 86 - verifiche e controlli
ferme restando le disposizioni del DPR n°462 del 22.10.2001 in materia di verifiche periodiche, il datore di lavoro provvede affinche gli impianti elettrici e gli impianti di protezione dai fulmini siano peridicamente sottoposti a controllo secondo le indicazioni delle norme di buona tecnica e la normativa vigente per verificarne lo stato di conservazione e di efficenza ai fini della sicurezza. Con decreto del Ministero dello sviluppo economico, di concerto con il Ministero del lavoro della saluta e politiche sociali, adottato e sentita la conferenza permanente dei rapporti tra Stato, Regioni sono stabilite le modalità ed i criteri per l'effettuazione delle verifiche e dei controlli di cui al comma 1, quale l'esito dei controlli di cui al comma 1 e verbalizzato e tenuto a disposizione dell'autorità di vigilanza.
Il successivo art. 87:
sanziona il datore di lavoro e il dirigente per la violazione dell art. 86, commi 1 e 3, con la sanzione amministrativa pecunaria da 500 Euro a 1800 Euro. Nella terminologia del Titolo III del testo unico sulla sicurezza sul lavoro le verifiche sono quelle condotte dall'autorità, o da chi per lei preposta, tipicamente le verifiche di cui al DPR 462/01, mentre i controlli sono svolti dal datore di lavoro, anche ai fini della regolare manutenzione richiesta dal testo unico sulla sicurezza sul lavoro, donde la dizione, utilizzata in quest'articolo di controlli manutentivi. le norme tecniche distinguono le verifiche iniziali dalle verifiche periodiche. L'art. 86, nei commi 1 e 3, trova applicazione anche in mancanza del decreto ministeriale, previsto dal comma 2, che indichi le modalità per l'effuttazione dei controlli, poichè i controlli devono essere eseguiti secondo le "norme di buona tecnica e la normativa vigente" come previsto dal comma 1 dello stesso art 86.



#energy3
energy3store
 
Torna ai contenuti | Torna al menu